Associazioni. Il Monferrato del vino scopre (per fortuna) l’Unesco e si riunisce sotto ad un’unica bandiera per promozione

inserito il 7 maggio 2018

componenti-ati-monferrato

L’unione fortifica, anche quando si tratta di produrre vino. Lo si conferma in questa nota stampa del Consorzio della Barbera che annuncia la nascita di un sodalizio nel nome del Monferrato del vino. Buona lettura.

“E’ stata costituita oggi la prima Associazione temporanea di imprese (Ati) del Monferrato del vino. Per la prima volta tutti rappresentanti dei produttori vitivinicoli del Monferrato si sono uniti per uno scopo condiviso. Si tratta del primo passo concreto per promuovere e valorizzare, in maniera unitaria e corale, tutte le denominazioni tutelate dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e dalle Associazioni di produttori collegate. Insieme parteciperanno al Programma di sviluppo rurale (Psr 2014-2010) per presentare progetti di promozione dei prodotti di qualità in Italia e in Europa.

Questa mattina la firma della costituzione dell’Ati, composta da Associazione Produttori del Ruchè di Castagnole Monferrato, Consorzio di tutela Barbera d’Asti e Vini del Monferrato (che rappresenta anche la doc Terre Alfieri, Nebbiolo e Arneis), Associazione Produttori Del Nizza Docg, Associazione Di Promozione Sociale “Albugnano 549’’, Associazione Produttori Albarossa (Albarossa Club) e Associazione Produttori Grignolino d’Asti Doc e Piemonte Doc Grignolino.

 “Una sinergia storica - afferma Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e anche presidente di ‘Piemonte Land Of Perfection’ Consorzio che raggruppa e tutela le diverse denominazioni piemontesi - che sancisce una collaborazione stabile e unitaria, senza campanilismi, per il futuro di tutti i produttori di vino del Monferrato. Insieme riusciremo ad accedere a bandi per finanziare iniziative comuni di promozione”.   

Nella foto i presidenti delle Associazioni di produttori: da sinistra Andrea Pirollo, presidente Albugnano 549; Dante Garrone, presidente Produttori Grignolino d’Asti; Gianni Bertolino, presidente Nizza docg; Luca Ferraris presidente Ruchè; Valeria Gaidano, consigliere Albugnano 549; Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e anche presidente di ‘Piemonte Land Of Perfection’ Consorzio che raggruppa e tutela le diverse denominazioni piemontesi e Alberto Chiarlo, presidente Albarossa.

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.