Aziende. Duchessa Lia (Capetta) punta sulla top Barbera d’Asti Superiore “Galanera”. «È il nostro vino simbolo del Piemonte»

inserito il 21 febbraio 2019

dsc_7122

A dieci anni dall’assegnazione della docg alla Barbera d’Asti, Duchessa Lia, brand del gruppo vitivinicolo Capetta di Santo Stefano Belbo (Cuneo), celebra il grande rosso piemontese con il suo top di gamma, la Barbera d’Asti Superiore Galanera.
Selezione severa delle uve provenienti dai vigneti con le migliori posizioni, attente lavorazioni di Cantina, un packaging che richiama la tradizione dei grandi vini rossi piemontesi, sono gli ingredienti per un vino che si pone, per qualità, profumi e sapore, al vertice della produzione enologica italiana e internazionale.
E oggi, a un anno dal primo imbottigliamento, con un affinamento di 14 mesi, la Barbera d’Asti Superiore “Galanera” è una scommessa vinta, nel solco di quei “nobili vini piemontesi” che non è solo lo slogan pubblicitario di Duchessa Lia, ma soprattutto un messaggio preciso che parla di territorio, di paesaggi, di vigneti e di colline che dal 2014 sono Patrimonio dell’Umanità tutelato dall’Unesco.
Di questo e di molto altro SdP ha parlato con Riccardo Capetta e Paolo Bussi, rispettivamente presidente e amministratore delegato ed enologo del Gruppo Capetta. Buona visione

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.