Aziende e tv. Le bollicine 958 Santero sbarcano sull’Isola di Pietro per la fiction Mediaset con Gianni Morandi e Lorella Cuccarini

inserito il 14 novembre 2018

asti-secco-isola-pietro

958 Santero, la maison di bollicine che ha cantine e vigneti tra Santo Stefano Belbo (Cuneo) e Canelli (Asti), ci ha abituato a sponsoring e product placement in molti ambiti, dallo sport nazionale e internazionale ai reality alle imprese estreme. Ebbene ora il brand piemontese compare nella fiction L’Isola di Pietro di Canale 5 con Giannji Morandi e Lorella Cuccarini. Storie di buoni sentimenti a cui si brinda con bollicine made in Piemonte.
Ecco la nota stampa che ne dà conto. Buona lettura.

Le bollicine piemontesi 958 Santero riempiono i calici e compaiono sulle tavole de L’isola di Pietro, la fiction di successo di Canale 5 che ha come protagonista Gianni Morandi e, recentemente, anche di Lorella Cuccarini. 

In alcune puntate della serie, infatti, le bottiglie della gamma 958 Santero, in particolare il Classico Extra Dry e l’Asti Secco docg, fanno bella mostra di sé al ristorante, per un cena a due, e sul tavolino di un locale sulla spiaggia per un aperitivo d’estate.
Un “product placement”, come si chiama la presenza di marchi espliciti in film e tv, che rende omaggio a uno dei brand vinicoli più vincenti nel panorama enologico italiano.
Commenta Gianfranco Santero, presidente del Gruppo 958 Santero che ha sede e vigneti a Santo Stefano Belbo, nel Cuneese e a Canelli nell’Astigiano: «La collaborazione con i canali Mediaset dà sempre buoni frutti. I nostri spumanti si sono inseriti perfettamente nelle location della fiction L’isola di Pietro sottolineando lo stile squisitamente italiano di un prodotto che è top di gamma nella produzione televisiva nazionale ed europea».

 

asti-secco-isola-pietro pietro-958-tris pietro-958-bis pietro-958

 

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.