Sei nella categoria ‘vino…’

Il Dolcetto di Diano d’Alba conquista la docg. Lo annuncia il Consorzio di tulela dei vini Barolo, Barbaresco, Alba Langhe e Roero presieduto da Claudio Rosso. ...

Giancarlo Montaldo, giornalista e consulente di marketing agroalimentare, è stato confermato alla guida dell’Enoteca regionale di Barbaresco. Lo...

Oggi è il 25 aprile e Sdp pubblica una favola scritta dal nostro Filippo Larganà. È un racconto che tratta dei destini di uomini e sapori del Piemonte,...

Nel Palazzo della Provincia di Asti ora si parla anche di Asti spumante  Nella guerra “astiosa” sull’Asti spumante tra la maison vinicola Fontanafredda, che rivendica una tensione alla maggiore qualità del prodotto e invita e non sputtanare le bollicine dolci piemontesi, e il Consorzio che difende strategie comuni e piano di rilancio da 40 milioni...

  Bottiglie di Asti spumante con il vecchio simbolo del Consorzio di tutela Sulle pagine nazionali di Le Monde, quotidiano progressista d’Oltralpe, a pochi giorni dalla più grande fiera enologica di Francia, il capo di una delle più importante maison di Champagne prende a sberle il Comité Interprofessionnel du Vin de Champagne (Civc), sorta di consorzio che...

    Piergiorgio Scrimaglio è un inguaribile guascone, ma senza spacconeria, sia ben chiaro. Lo è sempre stato nella vita, lo è anche in campo enologico, alla guida dell’azienda di famiglia che ha vigne e sede in quel di Nizza Monferrato (Asti) per la quale inventa eventi e iniziative originali. Come quella che presenta al Vinitaly 2009,  in calendario a Verona...

La prima immagine di "Tütidì" vino Cortese fresco e frizzante della Toso Un nuovo vino per dare il “la” ad un progetto di rilancio di un vitigno autoctono del Piemonte; e un convegno, allestito al centro della più grande fiera internazionale del vino in Italia, che parla proprio di quel vitigno e delle idee per rilanciarlo. A pochi giorni dall’apertura...

  I Comuni del Moscato tornano ad essere 52. Il Tar del Lazio ha, infatti, accolto uno dei tre ricorsi contro il decreto ministeriale firmato il 5 maggio del 2008 dall’allora Ministero delle Politiche Agricole Paolo De Castro che prevedeva l’inserimento del territorio comunale di Asti nella zona di produzione delle uve moscato per Asti e Moscato docg. ...

.