Convegno. A Costigliole d’Asti si parla di parassiti della vigne. Mobrici (Consorzio Barbera): «In Piemonte coltivazioni non intensive». E sulla Barbera dice…

inserito il 11 marzo 2017

170310barbera_UBE004

Un convegno dai contenuti tecnici rivolto ad agronomi ed enologi per parlare di uno dei tanti parassiti che infestano le vigne. Tutto si è svolto nel castello di Costigliole d’Asti, sede del Consorzio della Barbera. Sapori del Piemonte ha colto l’occasione per intervistare il presidente Filippo Mobrici che, oltre a essere a capo dell’ente consortile svolge l’attività di agronomo in una delle più rappresentative Case vinicole dell’area della Barbera d’Asti.
A lui abbiamo chiesto i motivi in fitopatologie della vite sempre più pressanti e presenti tra i vigneti piemontesi. Ne è venuta fuori un’intervista che dà il punto di vista di un agronomo esperto sulla situazione attuale, con una battuta anche sullo stato della Barbera d’Asti, vino che sempre di più, nonostante qualche difficoltà di mercato a eccezione fatta del Nizza docg che sembra spuntare performances di tutto rispetto, sta conquistandosi il favore di critica e di un pubblici di enostimatori sempre crescente.
Ecco, dunque, l’intervista a Mobrici e una galleria di fotografie del convegno. le immagini sono di Vittorio Ubertone.

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.