Convegno. I vitigni autoctoni un atto di coraggio? Ne parleranno Ucid (Unione Cristiana Imprenditori e Dirigenti) e Consorzio della Barbera

inserito il 16 ottobre 2017

160407barberaUBE007 Riceviamo e pubblichiamo: Si terrà lunedì 23 Ottobre 2017, alle ore 17:30, il convegno “Vitigni Autoctoni – un’idea coraggiosa di successo”, nel prestigioso Castello di Costigliole d’Asti, sede del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato (Piazza Vittorio Emanuele II, 10 – 2° piano). L’incontro, organizzato dalla Sezione di Asti dell’Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti in collaborazione con il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, si aprirà con l’introduzione ai lavori del Presidente UCID di Asti Paolo Porrino, seguito dai saluti delle autorità presenti al convegno: Filippo Mobrici – Presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, Renato Goria – Presidente della Camera di Commercio di Asti, Paola Malabaila – Presidente dell’Unione Industriale di Asti, Antonio Ciotta – Direttore di Coldiretti Asti, Alessandro Durando – Presidente CIA, Massimo Forno – Presidente Confagricoltura Asti. Interverranno al convegno Giorgio Ferrero – Assessore Regionale all’Agricoltura; Filippo Mobrici – Presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e Paolo Massobrio – giornalista e curatore della rivista Il Golosario oltre che fondatore del Club di Papillon. Il convegno farà un focus sulle denominazioni del Monferrato che esprimono al meglio le particolarità di un territorio e le caratteristiche del suolo. Verso questi vini ottenuti da vitigni autoctoni è cresciuto l’interesse a livello internazionale, da parte dei consumatori sempre più attenti alla ricerca dei valori della cultura e tradizione enogastronomica dei territori da cui provengono i vini”. L’ingresso è libero. Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

  • Segreteria Ucid:

tel. 335 6550715 – email: ucid.asti@gmail.com

  • Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato

tel. 0141 324368 – email: consorzio@viniastimonferrato.it

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.