Dalla Cina… Il console cinese a Milano in visita ai Paesaggi Vitivinicoli di Lange-Roero e Monferrato. Ad accoglierlo Comaschi e Cerrato

inserito il 16 aprile 2019

da-sinistra_comaschi_console-song-xuefeng_cerrato

Nonostante tutto (Usa-Francia-Germania) i rapporti tra Italia e Cina sono ottimi. Lo dimostrano le tante alleanze commerciali strette in queste ultime settimane dal Governo Giallo-Verde e anche micro-intese come quella tra il sito Unesco dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e alcune realtà cinesi dello stesso segno. Insomma, come è stato detto più volte, una nuova via della seta Italia-Cina e ritorno. In questi giorni i rappresentanti dell’associazione Paesaggi, il presidente, l’alessandrino Gianfranco Comaschi (vicepresidente è Annalisa Conti di Canelli, la città astigiana da cui è nata l’idea della candidatura Unesco) e il direttore, l’albese, Roberto Cerrato, hanno incontrato il console. Nella nota che pubblichiamo qui il resoconto della visita.    

Il console Generale della Repubblica Popolare di Cina a Milano, Song Xuefeng, ha visitato nei giorni scorsi la sede dell’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato ad Asti. A fare gli onori di casa c’erano il presidente dell’Associazione Gianfranco Comaschi e il direttore Roberto Cerrato.
L’incontro si è svolto in un clima di grande cordialità ed è servito per approfondire i temi del gemellaggio con i Terrazzamenti del Riso di Honghe Hani nello Yunnan siglato in occasione della visita del presidente cinese Xi Jinping a Roma.
«Il gemellaggio è per noi molto importante – ha dichiarato il Console cinese – è un segno dell’antica amicizia tra Italia e Cina. Partendo dalle testimonianze storiche e culturali che legano i nostri paesi (la tradizione del vino e quella del riso) possiamo costruire progetti di collaborazione economica nei settori del turismo, del vino, della ricerca scientifica per la tutela e la conservazione dell’ambiente. Il Consolato è al servizio di questo progetto per agevolare i contatti e tutte le attività che si riterranno utili e necessarie».

L’Associazione, per voce del presidente e del direttore, ha ringraziato il Console per la disponibilità che è ritenuta “indispensabile alla buona riuscita del progetto”. “Il Consolato cinese a Milano, che ha competenze su Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna,  sarà il nostro punto di riferimento per individuare e sviluppare proposte di reale e concreto interesse per la regione dello Yunnan”, ha commentato il presidente Comaschi.
Intanto si sta già lavorando a due iniziative concrete.
Nel mese di luglio il direttore dell’Associazione Roberto Cerrato sarà nuovamente ospite della prestigiosa Jiaotong University di Xi’an, l’antica capitale della Cina nella provincia dello Shaanxi, per tenere una serie di lezioni sulla gestione ambientale del sito Unesco di Langhe-Roero e Monferrato. In occasione della visita, nei palazzi del Governo dello Yunnan sarà allestita una mostra fotografica con le immagini più rappresentative di paesaggi vitivinicoli piemontesi.
Una delegazione dello Yunnan ricambierà la visita in Piemonte nel prossimo autunno: «In quella occasione sarà allestita una mostra fotografica del sito Unesco cinese – annuncia Roberto Cerrato. Stiamo inoltre lavorando per organizzare un convegno dal taglio internazionale in cui fare il punto sugli scambi culturali ed economici promossi dal Forum Italia -Cina e dal Memorandum “La nuova via della seta”. Coinvolgeremo anche la città di Verona, il sito italiano che insieme a noi è capofila del gemellaggio tra i siti Unesco italiani e cinesi».

 

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.