Evento a Roma. Barbera d’Asti e vini del Monferrato protagonisti nella Capitale alla giornata della guida Bibenda

inserito il 29 maggio 2018

bibenda-roma_mobrici_violato_-baglione

La “Rossa” e i suoi fratelli nella Città Eterna (che resta tale anche con buche e pecore tosa parchi). Il Consorzio della Barbera e Vini del Monferrato ha partecipato al Monferrato Day, rassegna allestita dalla guida Bibenda e dedicata ai grandi vini monferrini (il Piemonte non è solo Langa). È positivo che ora in molti scoprano questo e noi di SdP ne siamo contenti senza se e senza ma. Ecco la nota di cronaca di quello che è accaduto lunedì scorso a Roma. Buona lettura.      

Il Monferrato del vino a Roma, ieri lunedì 28 maggio, in occasione del ‘Monferrato Day’ organizzato dalla prestigiosa guida e rivista enologica Bibenda, che ha reso omaggio per la prima volta ad alcune delle più grandi e nobili produzioni vitivinicole del Sud Piemonte. Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato ha organizzato l’evento di promozione che si è svolto all’Hotel Rome Cavalieri, con la Fondazione Italiana Sommelier (Fis) e la nota guida italiana.

Bibenda, che da vent’anni rappresenta uno dei testi di riferimento per il mondo del vino e della ristorazione, ha dato voce alle denominazioni del Monferrato e alle sue produzioni più rappresentative attraverso un banco d’assaggio, curato da sommelier e allestito in una delle sale del noto Hotel romano. Un’altra sala, invece, è stata dedicata al seminario, dal titolo ‘La regale Barbera d’Asti’.

Una decina le etichette di altrettanti produttori che sono state apprezzate dal pubblico che ha partecipato all’evento: sommelier iscritti alla Fis (Fondazione italiana sommelier), ma anche giornalisti di settore, esperti, operatori enogastronomici e appassionati.

La giornata è stata un percorso conoscitivo guidato, alla scoperta dei grandi rossi piemontesi, per i quali sono stati delineati sia i profili gustativi e percettivi, sia  le caratteristiche qualitative e di terroir di ogni singolo calice.

I vini nobili del Monferrato – afferma il presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, Filippo Mobrici – si stanno riaffermando anche sul mercato nazionale, dove continuiamo a lavorare per promuoverne conoscenza e diffusione. Roma e la nota pubblicazione della Fis hanno dimostrato grande interesse per le qualità che caratterizzano le produzioni vinicole delle denominazioni che tuteliamo e promuoviamo. La Barbera d’Asti ha fatto da capofila, nella sua versione più fresca e in quella più longeva, che sta appassionando sempre più intenditori ed esperti”.

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.