Evento. Collisioni parte col botto. Sul palco Eddie Vedder (Pearl Jam), nei calici l’Asti nelle sue declinazioni

inserito il 10 giugno 2019

img_1943

Che Collisioni sia diventata una macchina da guerra lo hanno capito un po’ tutti, anche quelli con la puzza sotto il naso ammalati di provincialismo acuto. Che il festical che si autodenisce “agrirock” abbia avuto l’acume di non restare alla musica, ma aprire alla cultura, alla letturatura, al mondo della comunicazione, insieme a vino, buona tavola, prodotti tipici, beh è un’altra concreta certezza. Per questo uno si aspettava che anche quelli dell’Asti, inteso come Consorzio e filiera, capissero alla fine che il volano di Collisione va bene a tutti, agli organizzatori, certo, che macinano successi e profitto, ma anche a un Piemonte del vino che, a parte i soliti primi della classe, non esprime ancora appieno quelle potenzialità di comunicazione e promozione che merita. Ed ecco che a Collisioni arriva per la prima volta l’Asti Day. Forse non è un caso. Sono passati due anni dal lancio dell’Asti Secco. Qualcuno si aspettava più risultati, ma mettere sul mercato (e che mercato) un prodotto nuovo non è facile. L’Asti dolce soffre, come al solito, il Moscato tiene e cresce, come al solito. Ci va un po’ di “gheddu”, termine che in piemontese langarolo-monferrino identifica l’estro, il colpo di genio, l’idea smaliziata che dà la svolta. Certo Collisioni da sola non basta, ma potrebbero essere un buon prologo. Auguri Asti. Intanto qui sotto la nota ufficiale con cui si dà conto del primo concerto della rassegna, con Eddie Vedder, talentuoso frontman dei mitici Pearl Jam e di un Asti Day tutto da vivere tra buona musica, ottimo cibo e vini che fanno sognare. Enjoy!   

Il festival agrirock di letteratura e musica in collina più amato in Europa sta per aprire la sua undicesima edizione a Barolo. La prima attesissima data, il 17 giugno, vedrà salire sul palco Eddie Vedder, leader dei Pearl Jam, un concerto sold out da mesi che vedrà arrivare nelle Langhe migliaia e migliaia di spettatori da tutta Italia e dall’estero.

Per la sua prima data Collisioni lancerà una speciale giornata di benvenuto, l‘Asti Day, pensata in collaborazione con il Consorzio dell’Asti DOCG, le bollicine ufficiali di Collisioni, che ai due ingressi di Barolo offrirà un aperitivo di benvenuto a tutti gli amanti del rock, a base di Asti Docg e moscato D’Asti in un’animazione dedicata al pubblico del festival, dove verrà distribuito il cappello Rural Glam e sfileranno in costume alcuni dei personaggi storici del Piemonte, legati alla storia del nostro vino. E così il Moscato d’Asti e l’Asti DOCG fanno il loro ingresso a Barolo, nella terra dei grandi rossi piemontesi, per raccontare a pieno il variegato mondo dell’eccellenza e della sapienza vinicola piemontese che da Barolo a Canelli ha conquistato il mondo – nel primo paesaggio vitivinicolo al mondo ad essere stato riconosciuto patrimonio dell’umanità dall’Unesco. Un vero e proprio brindisi collettivo che coinvolgerà migliaia di persone alla scoperta delle grandi bollicine di lunga tradizione piemontese.  La festa continuerà in piazza dove alcuni dei più quotati maestri mixologist italiani prepareranno speciali cocktail pensati ad hoc per esaltare le qualità di questo fantastico spumante in versione dolce e dry e del Moscato D’Asti, oro delle colline piemontesi.  Un modo per brindare insieme all’apertura di questa straordinaria edizione del festival e all’estate, in compagnia di un grande vino del territorio.

I calici si alzeranno al cielo in un momento dedicato all’eccellenza vitivinicola oltre che alla buona musica. Del resto è ciò che caratterizza Collisioni, festival agrirock, che riunisce grande musica internazionale a eccellenze enogastronomiche territoriali. Migliaia di appassionati avranno quindi modo di incontrare i produttori, in un progetto di foto di brindisi che verranno ripresi sulla pagina dell’Asti DOCG e sulla pagina di Collisioni, per dare il benvenuto alla voglia di musica e all’estate. E così la festa comincerà già nel pomeriggio con calici, macchina fabbrica-ghiaccio, calici e capellini, per poter accogliere e dissetare al meglio il pubblico di collisioni.

Il consorzio dell’Asti, con le bollicine ufficiali di Collisioni, sarà poi presente in tutte le date del festival, offrendo momenti di degustazione anche nella piazza blu, e sorprendendo i palati più raffinati grazie a uno staff di mixologist professionisti che proporranno i sapori unici dell’Asti Docg, anche in versione Dry, e del Moscati D’Asti in drink innovativi e miscele raffinate con frutta, vermouth e liquori di prima scelta in arrivo da tutto il mondo. Per celebrare un vino che, partito territorio e dalla passione di famiglie e case spumantiere di eccellenza, ha saputo conquistare il mondo diventando un sinonimo di festa e di voglia di stare insieme, come è nello spirito di Collisioni.

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.