Evento. Ecco “VinCanta” la rassegna che rilancia Canelli (Astigiano), il suo moscato e i suoi talenti

inserito il 7 giugno 2018

img_1871

Un budget da cinquantamila euro e un programma che promette cibo di strada «di qualità», concerti di big della musica (Noemi e Orietta Berti) con il contorno di degustazioni, assaggi, visite alla Cattedrali Sotterranee, cioè le Cantine storiche da cui è partita la candidatura a patrimonio dell’Umanità dei Paesaggi Vitivinicoli Langhe-Roero e Monferrato. Questi in sintesi i dettagli della presentazione della rassegna che dal 15 al 16 giugno animerà la città piemontese dove nel 1865 (ma qualcuno dice anche prima) è nato il primo spumante d’Italia.
Il programma lo trovate nella nota stampa che pubblichiamo qui sotto o cliccando qui o, se avete Facebook, qui. Di seguito un paio di considerazioni su quello che, tra le righe e non, hanno detto gli amministratori pubblici canellesi e i partner privati che concorrono alla rassegna. Intanto ci sono da registrare alcuni particolari: che su quattro Cantine storiche, partecipano in tre: Coppo, Bosca e Gancia e che il Consorzio dell’Asti è sponsor della manifestazione insieme alla Fondazione della Cassa di Risparmio di Asti e all’Enoteca regionale di Canelli con patrocinio di Regione Piemonte e Provincia di Asti.
Tra gli altri segnali che abbiamo colto nelle parole del sindaco canellese, Marco Gabusi che è anche presidente della Provincia di Asti, il fatto che Canelli voglia in qualche modo riprendere una certa leadership enologica, non solo di valle, ma anche di Sud Piemonte. Bisognerà vedere come metterla con altri centri che ambiscono essere capitali del vino, come Alba, una macchina “da guerra” in fatto di vini, economia, comunicazione e peso politico; Asti, ancora in cerca del suo futuro scalpita e vuole ritagliarsi un ruolo da punto di riferimento del Monferrato, anche se c’è chi dice che storicamente e geograficamente col Monferrato la città di Alfieri c’entri nulla; Nizza Monferrato, che sulla spinta delle Barbera d’Asti e del Nizza docg, macina successi su successi con eventi che, pur legati al territorio, fanno il tutto esaurito e, ultima ma non ultima, Torino, l’ex capitale d’Italia che archiviato una volta per tutte il capitolo Fiat, punta decisamente a vino e cibo ospitando la tappa europea del Bocuse d’Or, sorta di Masterchef riservato al gotha mondiale dei cuochi (leggi qui), e si presenta all’estero a braccetto con l’Atl Langhe-Roero facendo leva sui propri appeal di città d’arte e del gusto abbinandoli ai richiami del sito Unesco che, però, sarebbe Langhe-Roero e Monferrato (ma pazienza).

Che dire: bene, anzi benissimo, per quanto riguarda Canelli che sembra avere ritrovato il suo orgoglio, al netto del fatto che VinCanta prende il posto, nel calendario delle feste, di quell’Assedio di Canelli 1613, inventato quasi 30 anni fa e che il Comune ha cancellato per una serie di intoppi e problemi legati a sicurezza, organizzazione e risorse. Peccato. Consoliamoci con Canelli VinCanta.
Ecco il programma nella nota stampa rilasciata dall’organizzazione. Buona lettura.

Artisti di strada, musicisti del territorio, appuntamenti culturali, degustazioni guidate, artigianato e tanto buon cibo saranno gli ingredienti di CanelliVinCanta, una tre giorni di festa che animerà il centro storico della città Canelli, dal 15 al 17 giugno prossimi. Attesissime saranno Noemi, con le sue intense tonalità italo-blues, e Orietta Berti, il celebre ”usignuolo di Cavriago”, che si esibiranno rispettivamente le sere di sabato 16 e domenica 17 giugno in due indimenticabili concerti gratuiti.

La Capitale dello Spumante, con il suo affascinante abitato e le colline Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco, diventerà luogo di aggregazione culturale e sociale dove il pubblico potrà gustare le eccellenze della tradizione gastronomica, regionale e non solo, e divertirsi con una proposta artistica decisamente frizzante. Tutto questo grazie alla volontà dell’Enoteca regionale di Canelli e dell’Astesana, del Comune di Canelli e del Consorzio per la tutela dell’Asti D.O.C.G., in collaborazione con le storiche case spumantiere Bosca, Gancia e Coppo e con la Fondazione CR Asti.

Il nostro intento con questa manifestazione – spiega Marco Gabusi, sindaco di Canelli – è indubbiamente quello di celebrare le eccellenze del territorio, a partire naturalmente dal nostro Moscato Bianco di Canelli che ci ha dato lustro in tutto il Mondo. Ma grande spazio e visibilità sarà data anche ai nostri talenti, ovvero a quei ragazzi che sono partiti da Canelli e si sono distinti a livello nazionale e internazionale per le loro capacità. A loro è dedicata l’Arena dei talenti, sabato 17 giugno: un momento in cui potranno raccontarsi e al tempo stesso confrontare le proprie esperienze. E anche in quest’ottica, è nostra intenzione rendere questa manifestazione un appuntamento fisso annuale”.

Alla vigilia della manifestazione, giovedì 14 giugno alle ore 21, il Cortile dell’Enoteca regionale di Canelli (via Giuliani 29), ospiterà la proiezione del film “Ama la mia terra”, regia di Antonio Palese, prodotto dal Consorzio CISA Asti Sud e da Cochlea. Si tratta di un lungometraggio di promozione turistica interpretato dai ragazzi del centro diurno del CISA Asti Sud e presentato anche all’ultima edizione del Salone del Libro di Torino: una vera e propria dichiarazione d’amore per un territorio unico e meraviglioso, il Monferrato. Nella stessa serata sarà possibile ammirare la mostra fotografica “Sui passi di Alberto”, un’occasione per ricordare Alberto Terzolo, il ragazzo del Servizio Civile che morì in un incidente d’auto il 7 luglio del 2017. Grande appassionato di fotografia, Alberto ci ha lasciato immagini stupende delle sue colline.

CanelliVinCanta inizia ufficialmente il venerdì 15 giugno alle 18,30 con l’apertura in via Giuliani dei truck di street food e in Via Roma del mercato dell’artigianato.

Sempre alle 18,30 iniziano le visite gratuite, delle celebri Cattedrali Sotterranee Bosca, Patrimonio Mondiale Unesco: un’esperienza decisamente unica attraverso gallerie, navate e saloni ipogei impregnati di mistero e storia (visite fino alle 20,30, ingresso Cantine Bosca, Via Giuliani 23). Per chi non riuscisse venerdì, le visite continueranno anche nella giornata di sabato 16 giugno (orario continuato 10-20,30) e di domenica 17 (orario continuato 10-19). Sempre venerdì,  dalle 19 alle 19,30, le Cantine Bosca proporranno anche una degustazione gratuita di Asti Secco, per chi ancora non conosce questo nuovissimo spumante pensato per l’aperitivo.

Dalle 20,30 si entrerà nel cuore della festa con la musica dal vivo in Piazza Amedeo D’Aosta. A scaldare l’atmosfera, infatti, ci saranno My Foolish Heart, gruppo di Cortanze (Asti) che con il suo repertorio – dal blues al pop – intratterrà il pubblico fino alle 21,30 quando saliranno sul palco“GliSplendidi”: la cover band ufficiale di Jovanotti che suonerà i pezzi più amati del cantautore, rapper e dj.

Sabato 16 giugno, le attività riprenderanno fin dal mattino, con la riapertura alle 10,30 degli stand del mercato e alle 12 dei truck di street food che reinventeranno le ricette della tradizione in forma innovativa, sorprendente, pratica e soprattutto gustosa.

Nella giornata di sabato aprono al pubblico anche le Cantine Coppo, 5 mila mq di sale ipogee Patrimonio Mondiale Unesco, visitabili anche la domenica 17. Casa Coppo propone un percorso articolato in 7 stazioni, per presentare la storia e la produzione dell’azienda, con approfondimenti sui vitigni del Piemonte, la conduzione dei vigneti e i metodi tradizionali di vinificazione. Le visite sono a pagamento, è necessaria la prenotazione (tel. 0141-823146, mail visit@coppo.it) ed è possibile scegliere fra tre differenti formule di visita per personalizzare e rendere più esclusiva la propria esperienza (a partire da 20 euro a persona).

In piazza Amedeo D’Aosta, dalle 10,30 alle 12,30, il giornalista televisivo Beppe Gandolfo(Mediaset), condurrà l’Arena dei Talenti, un incontro con personalità di spicco di Canelli, che portano il nome della Città nel mondo e che avranno modo di raccontarsi al pubblico. Tra gli ospiti attesi: l’attore Andrea Bosca, noto volto televisivo, nato e cresciuto a Canelli dove torna spessissimo anche per dare un occhio alla sua amata vigna di famiglia; Luca Pio, chirurgo pediatra e presidente del Gruppo dei giovani chirurghi pediatrici Europei, che a Canelli ha coltivato la sua passione per l’enologia; Stefano Sandrone, neuroscienziato canellese doc e oggi vicepresidente della sezione storica della American Academy of Neurology; Andrea D. Rivera, biologo che ha iniziato la sua esperienza proprio come enotecnico presso le cantine Gancia per poi appassionarsi di neuroscienze e divenire ricercatore presso l’Università di Portsmouth (Inghilterra) illustrando i suoi studi a Westminster; Enrico Marmo, lo chef artefice della rinascita del celebre ristorante “I Balzi Rossi” di Ventimiglia, nel cui menu si lasciano scorgere con garbo le origini canellesi di Enrico. Il racconto proseguirà nel pomeriggio, alle 17, presso la Sala delle Stelle del Municipio, dove sono in programma tre conferenze moderate dal manager canelleseGiovanni Vassallo: “Tra Moscato e Champagne: un viaggio attraverso la chirurgia pediatrica”, conLuca Pio; “Neuroscienze tra passato e futuro”, con Stefano Sandrone; “La mielina e la sostanza bianca del cervello: che cosa sono e perchè sono importanti?”, con Andrea D. Rivera.

Dalle ore 16, le vie del centro saranno animate dallo spettacolo itinerante del “Frank&Tina Gipsy Circus Family” che incanterà grandi e piccini con numeri acrobatici, equilibrismi e giocoleria. E ancora, tanti giochi, palloncini e musica attenderanno i più piccoli in piazza Amedeo D’Aosta, dove le famiglie troveranno un punto di animazione dalle 16 in poi.

Protagonista della serata sarà, infine, la cantante Noemi che, per la gioia dei suoi fans e di tutto il pubblico,  salirà sul palco alle 21 per l’attesissimo concerto gratuito nella spettacolare cornice diPiazza Cavour.

Domenica 17 giugno dalle 10,30 riapriranno nuovamente le bancarelle del mercato dell’artigianato e dalle 12 sarà possibile gustare le proposte dei truck di street food. In Piazza Amedeo D’Aosta, alle ore 10,30, l’atteso incontro con Mario Giordano (giornalista televisivo e direttore del TG4), talento canellese che sarà ospite dell’Arena dei Talenti dove presenterà al pubblico il suo ultimo libro “Avvoltoi. L’Italia muore e loro si arricchiscono” (Mondadori editore).

Già dal mattino, a partire dalle ore 10,30 fino alle 18,30, aprono anche le storiche Cantine di Casa Gancia, Patrimonio Mondiale Unesco (ingresso in Corso Libertà 66) per visite guidate gratuite nelle loro spettacolari sale sotterranee scavate nel tufo: un viaggio nella storia e nei segreti dello spumante alla scoperta di una delle case viti-vinicole più importanti del Belpaese.

Nel pomeriggio, dalle ore 16 torneranno gli artisti del Frank&Tina Gipsy Family Circus, con il loro spettacolo itinerante, e riaprirà il punto animazione per i più piccini, in Piazza Amedeo D’Aosta.

Alle 18,30 il pubblico sarà coinvolto nell’evento più atteso della giornata: le Cantine di Casa Gancia ospiteranno, infatti, Orietta Berti per un indimenticabile concerto gratuito, dove la cantante si esibirà nei pezzi che più l’hanno fatta amare. Le storiche cantine offriranno anche una degustazione delle tipologie più rappresentative dell’azienda.

Dalle ore 20, in piazza Amedeo D’Aosta, la festa proseguirà fino a tardi con il Dj set di Jhonny Manfredi e tanta animazione sul palco.

 

CRONOPROGRAMMA CANELLIVINCANTA

Date manifestazione: 15-16-17 giugno 2018

Orari manifestazione:

Venerdì: dalle 18,30 alle 24

Sabato e domenica: dalle 10 alle 24, con inizio somministrazione cibo dalle 12 circa

Per maggiori info visitare la pagina ufficiale fb

Da non perdere:

Tutti i giorni - Visite guidate alle cattedrali sotterranee delle Cantine Bosca: venerdì 15 giugno (h: 18,30-20); sabato 16 giugno (h: 10-20,30); domenica 17 giugno (h: 10-19)

Venerdì 15 giugno – degustazione gratuita di Asti secco presso Cantine Bosca (h: 19-19,30)

Sabato 16 giugno - Concerto gratuito di Noemi in piazza Cavour (h: dalle 21)

Domenica 17 giugno -  Concerto gratuito di Orietta Berti presso le Cantine di Casa Gancia (h: dalle 18,30), con degustazione gratuita vini; visite gratuita delle storiche Cantine di Casa Gancia (h: 10,00 -18,30, ingresso Cantine Gancia, Corso Libertà 66)

Solo sabato 16 e domenica 17, a pagamento e su prenotazione (orari di visita da concordare): visite guidate delle storiche Cantine Coppo. Riferimenti: tel. 0141-823146, mail visit@coppo.it

 

 

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.