Fondi. Dalla Regione Piemonte 11,4 milioni di euro per valorizzare i prodotti agroalimentari di qualità dop, Igp, doc, docg e biologico

inserito il 18 gennaio 2019

150618zoninUBE21

Nel gioco delle parti della politica ci sarà chi elogerà la misura, chi la criticherà e chi ci vedrà solo un atto in vista di consultazioni elettorali dietro l’angolo. Nel gioco al massacro a cui ci hanno abituati certi ambienti agroalimentari, spesso inquinati dalla politica, si dirà che i soldi andranno ad alcune denominazioni poco strategiche per l’economia regionale. Sia come sia l’apertura di questi fondi può dare l’opportunità di avviare azioni di promozione che altrimenti non sarebbero state fatte. Insomma non guardiamo il dito, ma la luna, per favore. Ecco qui di seguito la nota stampa regionale che dà conto della delibera. Buona lettura.

È stata approvata dalla Giunta regionale il 18 gennaio, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Giorgio Ferrero, la delibera che stanzia 11,4 milioni di euro per l’apertura dei bandi sulla Misura 3 del Programma di sviluppo rurale 2014-2020 per la valorizzazione dei prodotti agroalimentari di qualità del Piemonte, Dop, Igp, Doc, Docg, biologico,

Il finanziamento complessivo deriva da fondi europei, fondi dello Stato e 1, 9 milioni di euro sono stanziati dalla Regione Piemonte.

I bandi regionali che verranno attivati nel 2019 e 2020 sono a sostegno dei costi di certificazione a carico delle aziende agricole per aderire ai regimi di qualità riconosciuti; delle attività di informazione e promozione per gli anni 2019 e 2020 attuate dalle associazioni di produttori sul mercato interno europeo dell’Unione europea in merito ai prodotti di qualità.

Vogliamo sostenere le aziende e i Consorzi di tutela – sottolinea l’assessore regionale Giorgio Ferrero – nella valorizzazione e promozione delle nostre eccellenze agroalimentari, dando un aiuto concreto anche nelle attività di promozione sui mercati europei”.

La delibera individua inoltre per l’anno 2019 come produzioni di qualità oggetto di specifiche azioni di sensibilizzazione e comunicazione le seguenti Denominazioni di origine:

- le DO derivanti dal Vitigno Dolcetto: Dogliani docg, Dolcetto di Diano ‘Alba o Diano d’Alba docg, Dolcetto di Ovada superiore o Ovada docg, Dolcetto d’Acqui doc, dolcetto d’Alba doc, Dolcetto d’Asti doc, Dolcetto d’Ovada doc, Langhe Dolcetto, Monferrato dolcetto, Colli Tortonesi, Pinerolese Dolcetto, Piemonte Dolcetto

- Mela Rossa di Cuneo IGP

- Riso di Baraggia Biellese e Vercellese DOP

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.