In visita ad una perla dei territori UNESCO: la Tenuta dei Marchesi Alfieri a San Martino Alfieri

inserito il 23 maggio 2016

160523alfieriUBE002

Tenute e palazzi storici aperti al pubblico in una domenica di fine maggio. È una delle rare boccate d’aria (che qui si legge cultura, arte e bellezza) a cui gli italiani non sono mai troppo abituati. In Piemonte poi ci sarebbe l’imbarazzi della scelta. Per il suo fotoreportage il nostro Vittorio Ubertone ha scelto la Tenuta dei Marchesi Alfieri a San Martino Alfieri nel cuore del Monferrato che è parte del 50° sito Unesco d’Italia cioè quei paesaggi vitivinicoli piemontesi che sono anche patrimonio dell’Umanità. All’interno della tenuta, oltre allo splendido castello che è uno dei monumenti più belli e meglio conservati del Piemonte Sabaudo, c’è anche una cantina vinicola. Marchesi Alfieri, infatti, è una storica cantina che ha sede nel castello di San Martino Alfieri sulle colline del Piemonte tra Asti e Alba. Dal 1983, le tre sorelle, Emanuela, Antonella e Giovanna San Martino di San Germano conducono l’azienda di cui, dal 1999, Mario Olivero è l’enologo e direttore. Dai ventuno ettari di vigneti di proprietà vengono prodotte 100.000 bottiglie all’anno. Per quanto riguarda il maniero e la tenuta sono da sempre legati a una storia famigliare. Nel Medioevo il castello appartenne ai Solaro, casato guelfo di mercanti e banchieri. Dal 1616 sono gli Alfieri, nobile famiglia astigiana, a vivere la residenza e a condurre terreni e vigneti. Dal 1696 gli Alfieri iniziarono importanti lavori per trasformare la fortezza medievale in una splendida dimora barocca, senza eccessi, dalle linee semplici e ben inserita nel paesaggio circostante. Di fronte alla residenza, nel 1720 viene costruita l’Orangerie, il giardino d’inverno della famiglia, decorata da maestri comacini con delicati stucchi. Il castello viene modificato ancora un’ultima volta intorno al 1820 con un importante intervento di Ernesto Melano, primo architetto di sua maestà Carlo Alberto di Savoia. Il risultato è nelle splendide foto di Vittorio Ubertone. Buona visione.

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.