Mercato. Gianni Gagliardo (La Morra) entra nella zona del Nizza docg e si compra Tenuta Garetto. Per ora c’è solo la conferma: «Faremo dichiarazioni congiunte»

inserito il 24 luglio 2017

1

 

Un barolista compra un barberista. È già successo (anche al contrario) e succederà sempre di più nel quadro di strategie commerciali e di territorio che vedono sempre di più le due aree, Albese e Astigiano “complici” in tema di produzione di grandi vini.
Questa volta i protagonisti dell’affaire sono Poderi Gianni Gagliardo, barolista in quel de La Morra, e Tenuta Garetto, maison di Agliano Terme nel cuore della zona del Nizza, docg a base barbera, alla terza generazione di produttori.
La notizia, rimbalzata sui social, è stata confermata a Sdp dall’ormai ex titolare della tenuta astigiana, Alessandro Garetto, enologo, che dovrebbe restare come dirigente dell’azienda aglianese: «Confermo la vendita, ma, per il rispetto e l’amicizia che ci sono con i Gagliardo che mi hanno accolto con uno di famiglia, vorrei che ci fossero dichiarazioni congiunte».
E ovviamente l’argomento soldi è top secret.
Un fatto è, comunque, certo: la struttura della maison Gianni Gagliardo, con la sua immagine di barolista, ma anche di azienda molto attiva sul fronte della comunicazione e del marketing territoriale, suo il Fallegro, vino bianco molto di moda ottenuto da uve favorita, sarà un ottimo viatico per i vini firmati Garetto e per un vino, il Nizza docg, che sta sempre di più conquistando ammiratori e clienti.

Ed ecco l’identità delle due aziende:

12189632_10207090427633806_4922460637532787067_n

Gianni Gagliardo

Poderi Gianni Gagliardo
La cantina  Poderi  Gianni  Gagliardo nasce da una tradizione di viticoltori presenti in Piemonte sin dal 1847. L’imbottigliamento dei vini di proprietà inizia però nel 1974. Tutti i vini sono prodotti da vitigni autoctoni e riflettono in modo marcato il carattere del territorio di appartenenza. Ottenuti esclusivamente da vigneti di proprietà, grazie ad un attenta ed accurata filosofia produttiva, i vini sono caratterizzati dall’instancabile ricerca di eleganza ed equilibrio. I vigneti sono distribuiti tra le Langhe e il Roero, e comprendono alcuni tra i migliori cru della zona del Barolo tra cui Lazzarito, Castelletto, Monvigliero, Mosconi e Fossati mentre la cantina si trova nel comune di La Morra.

 

 

15253396_366259557056415_7687776195225983010_n

Alessandro Garetto

Tenuta Garetto
La Tenuta Garetto ha sede e vigneti ad Agliano Terme (Asti).
Consta di circa 18 ettari accorpati, nella quasi totalità, sulla collina retrostante la cantina che si trova sulla strada che collega Asti al sud Astigiano, con un’esposizione che varia dal Sud al Sud-Ovest. L’altitudine dei vigneti è di circa 250 metri sul livello del mare. La produzione annuale, soprattuto Barbera con l’eccellenza del Nizza docg (ma non mancano Dolcetto, Grignolino e Moscato), è di circa 100 mila bottiglie.

 

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.