Spot vino. L’Asti Secco docg (958 Santero) va in tv con Bonolis e Laurenti nel quiz preserale di Canale5 “Avanti un altro”. Intanto lunedì 18 a Santo Stefano Belbo…

inserito il 2 febbraio 2019

spot-asti-secco-bonolis

In tema di Asti Secco docg, versione non dolce dell’Asti spumante a base moscato lanciata nel settembre del 2017, se ne sono dette, se ne dicono e se ne diranno ancora tante. Molte le aziende del territorio che ci hanno creduto e ci credono. Tuttavia i grandi nomi, le multinazionali, non sono ancora della partita, nonostante rumors mai né confermati né smentiti. Sui volumi effettivi di questo prodotto, che davvero può essere non tanto l’anti Prosecco (sarebbe sciocco anche solo pensarlo), ma certamente rappresentare una valida alternativa, oltretutto a docg, se ne saprà qualcosa lunedì 18 febbraio quando, a Santo Stefano Belbo (Cuneo), è prevista una riunione nella quale si parlerà di una serie di argomenti relativi alla filiera moscato piemontese. Sul tavolo argomenti come le vendite di Asti docg (Dolce e Secco) e Moscato d’Asti, il futuro dei Sorì, le vigne erte su cui ancora si coltivano uve moscato, le giacenze, lo sbloccaggio delle riserve 2018 e ipotesi sulle rese 2019. Qui sotto la locandina che annuncia l’incontro.
50936712_10205780110457878_1621710879953256448_n

Intanto, in tema di supporto commerciale l’ultima novità è stata affidata ai social dal Gruppo vitivinicolo santostefanese 958 Santero. Il suo Asti Secco docg, infatti, proprio in questi giorni, comparirà in uno spot all’interno di “Avanti un altro”, il quiz preserale di Canale5 condotto da Paolo Bonolis e Luca Laurenti che sta riscuotendo molto successo. La coppia Bonolis/Laurenti sarà al centro del “carosello”, che pubblichiamo qui sotto, dedicato all’Asti Secco 958 Santero che, nel testo, cita addirittura la frase “Volli, sempre volli, fortissimamente volli” attribuita al trageda astigiano Vittorio Alfieri, un esplicito riferimento territoriale alla città e alla provincia che dà il nome al vino. Detto questo e al netto delle strategie di marketing la comparsa dell’Asti Secco docg in una fascia tv preserale seguitissima come quella dei quiz di Canale5 non potrà, a nostro avviso, che fare bene al comparto, magari inducendo qualche marchio ad aggiungersi alla lista delle maison produttrici dell’Asti Secco docg.

SdP  

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.