Vinitaly 2017. Elio Pescarmona (Tre Secoli): «Asti Secco, opportunità concreta. Alba Rossa, rosso multiforme. Brachetto? Torniamo a comunicarlo. E i vignaioli devono guadagnare di più»

inserito il 12 aprile 2017

schermata-2017-04-12-alle-07-37-09

Direttore generale della più grande cooperativa del Piemonte, la Tre Secoli di Mombaruzzo, Elio Pescarmona, enologo di lungo corso, tocca un tasto delicato. quello della remunerazione degli agricoltori e lancia un monito: «Bisogna impegnarsi perché guadagnino di più. Noi del mondo delle cooperative per primi dobbiamo farlo». Applausi.
Pescarmona parla anche di nuovi vini, dall’Asti Secco prossimo venturo, «Grande opportunità concreta e con un futuro»; all’Alba Rossa: «Un rosso dalle mille sfaccettature», al “dolente” Brachetto (Pescarmona è anche vicepresidente del Consorzio guidato da Paolo Ricagno): «Abbiamo smesso di comunicarlo, sbagliando. Dobbiamo tornare a promuoverlo e farlo conoscere. Tornerà a crescere». Ottimista o ottimo conoscitore del comparto? La seconda è quella giusta.

Ecco la nostra video intervista a Elio Pescarmona

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.