Vino e solidarietà. Le bollicine Bosca per la ricerca contro le malattie genetiche. Alla raccolta Telethon venti centesimo per ogni bottiglia

inserito il 21 dicembre 2018

bio-telethon-buon-ann-bio-hanger-rid

Un’iniziativa che non ha bisogno di commenti, ma solo di supporto e plauso. Brava la maison Bosca di Canelli (Asti) per aver aderito a una causa importante in un momento in cui la solidarietà sembrava messa da parte. E invece no. Qui di seguito la nota stampa che ne dà conto. Buona lettura 

Torna la maratona della solidarietà Telethon e per la 28° edizione Bosca contribuisce con il suo sostegno alla Fondazione che dal 1990 lavora per dare risposte concrete a tutte le persone che lottano contro le malattie genetiche rare che colpiscono i bambini, finanziando i migliori ricercatori ed istituti di ricerca.

Partita il 15 dicembre, la maratona vive il suo momento clou in questi giorni, fino al 23 dicembre con la trasmissione in diretta sulle reti Rai.

La casa spumantiera Bosca sostiene Telethon da settembre 2018 destinando alla Fondazione parte del ricavato dalla vendita delle sue bottiglie. Quest’anno, in particolare, per ogni bottiglia di spumante Buon Anniversary Biologico 20 centesimi vengono devoluti alla ricerca.

«Abbiamo scelto lo spumante bio - spiega Pia Bosca, ceo della storica azienda piemontese - poiché si rivolge ad un consumatore attento alla salute e sensibile alle cause sociali. La vendita sta avendo un grande successo e ci auguriamo che la visibilità televisiva di questi giorni aiuti a dare un ultimo importante contributo». 

I brindisi all’insegna della solidarietà con il Buon Anniversary Bio si caratterizzano per il fine perlage, il color giallo paglierino, il profumo intenso e il sapore pieno, ottenuti nel rispetto dei criteri dell’Agricoltura Biologica Europea.

Il sostegno alle iniziative di solidarietà è uno dei tratti caratteristici di Bosca, che dal 1831 produce vini e spumanti con un occhio sempre rivolto al futuro, ma con «un solido passato per creare le più innovative evoluzioni di prodotti tradizionali – sottolinea Pia Bosca -. Questo radicamento è il punto di partenza di Bosca, che nel proprio DNA ha da sempre inscritta, però, anche una forte vocazione all’innovazione. Proprio questo costante lavoro di ricerca è sicuramente un filo che ci unisce molto alla Fondazione Telethon».

Anche la ricerca è un elemento comune alle due realtà: «Fare ricerca per noi è imprescindibile. Bosca affonda le sue radici nella città dove nell’800 è nato lo Spumante italiano ed è stata la prima a esportarlo nei mercati d’oltreoceano, come ad esempio gli Stati Uniti. Oggi siamo un’azienda globale presente in tutto il mondo e siamo convinti che mentre si agisce per fare bene il proprio lavoro si possa allo stesso tempo agire per fare del bene per gli altri. Ecco perché abbiamo deciso di sostenere Telethon».

 

 

 

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.