Visita. Delegazione di agenti di viaggio Usa visita Langhe-Roero e Monferrato. Grande vetrina per Alba e dintorni, per il Monferrato toccati Nord Astigiano, Asti, Costigliole, Canelli e Langa Astigiana

inserito il 2 maggio 2019

gruppo_travel_agents_usa

Gli ultimi due giorni li hanno passati nel Biellese a caccia siti Unesco ed eventi di taglio religioso e di birre, in quest’ordine, gli altri giorni, però, li hanno trascorsi in giro per Langhe-Roero e Monferrato, tra musei, Case vinicole, Cantine storiche e ristoranti stellati. Sono sei tour operators statunitensi che hanno avuto come ciceroni quelli dello staff delle neonata ATL Langhe Monferrato Roero.
Ne dà conto la stessa agenzia in questa nota stampa diffusa oggi. Buona lettura.

Sei importanti travel agents statunitensi sono stati in visita nel nostro territorio all’interno del fam trip “Italy Specialist”. Dal 25 al 29 aprile hanno visitato le Langhe Monferrato e Roero e nei giorni successivi fino alla partenza del 2 maggio sono stati in visita nel biellese. I travel agents sono tutti specializzati nella destinazione Italia ed erano particolarmente interessati all’offerta ricettiva di livello: 4-5 stelle.

L’operazione è stata coordinata dagli Stati Uniti da Gianni Miradoli, Tourinvest – Europe & Mediterranean Travel e dall’Italia dall’Ente Fiera Nazionale del Tartufo Bianco d’Alba e dall’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero.

Travel agents partecipanti: Helaine Zagaro – Alpha J Travel, Ltd., Joseph Gandolfo – The Travel Center AMX, Mary Jane Gulisano – Fillmore Travel134, Joan Duran – Valerie Wilson Travel, Nancy Castor – Grand Luxe Vacations, Nancy Wacker Zindel – Banner Travel, Inc.

Durante il loro soggiorno gli ospiti americani hanno potuto conoscere l’offerta turistica di Langhe Monferrato Roero partecipando ad un ricco programma di attività che ha toccato i centri di Bra, Alba, Asti, insieme ai borghi più suggestivi della Langa del Barolo e del Barbaresco, dell’Astigiano e della Langa Astigiana.

Le degustazioni di specialità tipiche in aziende agricole, locali storici e cantine, insieme alla visita di “Vinum – la Fiera Nazionale dei vini di Langhe, Roero e Monferrato”, la lezione di cucina tipica e la merenda sinoira hanno invece permesso di apprezzare le tipicità eno-gastronomiche e le tradizionali ricette del Basso Piemonte.

 

PROGRAMMA TAPPE

 

Giovedì 25 aprile
Caffè Converso (Bra) e breve tour guidato della città che nel 1980 ha dato i natali al movimento Slow Food.

Taste Alba! Enjoy it with taste…”, alla scoperta del centro storico di Alba con un Narratore del Vino® per conoscere le specialità locali, la Nocciola Piemonte IGP e i vini di Langhe Roero

Cena in un’osteria tipica albese, La Libera (Alba) e pernottamento al Castello di Santa Vittoria d’Alba

Venerdì 26 aprile

Tour panoramico delle colline del Roero
Site inspection a Tenuta Carretta (Piobesi d’Alba): visita a cantina, ristorante stellato Michelin e struttura ricettiva
Visita a Vinum, la fiera nazionale dei vini di Langhe Roero e Monferrato, in cui degustare i migliori vini locali abbinati alle specialità gastronomiche del territorio
Visita guidata al centro storico di Neive, uno dei “Borghi più belli d’Italia” e light lunch c/o L’Aromatario (Neive)

Ricerca simulata del tartufo
Visita al centro storico di Barbaresco con sosta all’Enoteca Regionale del Barbaresco e alla Torre di Barbaresco
Cena in un ristorante stellato Michelin: La Madernassa (Guarene)

Sabato 27 aprile

Site inspection ai “Poderi Luigi Einaudi” (Dogliani), proprietà appartenuta a Luigi Einaudi, presidente della Repubblica Italiana nel Secondo Dopoguerra. All’interno, le storiche cantine e il Relais Foresteria dei Poderi Luigi Einaudi.
Tour panoramico della Langa del Barolo con sosta a Barolo e visita al Wi-Mu, il Museo del Vino, opera del designer francese Francois Confino, all’interno del Castello Falletti, in cui risiede anche l’Enoteca Regionale del Barolo
Breve visita al centro storico di Monforte d’Alba e pranzo all’Osteria dei Càtari (Monforte d’Alba)
Visita al Castello medioevale di Grinzane Cavour, sito UNESCO che oggi ospita il “Museo delle Langhe”, un ristorante stellato Michelin e l’Enoteca Regionale Piemontese Cavour.
Visita dell’azienda Agricola Gian Piero Marrone (La Morra) e lezione di cucina, in una cantina a conduzione famigliare nel cuore dell’area di produzione del Barolo. A seguire cena in cantina.

Domenica 28 aprile

Visita guidata e degustazione di salumi tipici all’Agrisalumeria Luiset (Ferrere)
Site inspection alla tenuta Marchesi Alfieri (San Martino Alfieri) con visita alle sue storiche cantine
Pranzo tipico all’Albergo Ristorante Garibaldi con possibilità di assaggio di fritto misto alla piemontese.
Visita guidata di Asti tra palazzi e musei, tra cui Palazzo Mazzetti
Cena al bistrot dell’hotel e ristorante stellato Michelin Dinner: Il Bumbunin – Bistrot di Ca’ Vittoria (Tigliole d’Asti) e pernottamento 

Lunedì 29 aprile
Tour panoramico della regione dell’Astigiano con sosta a Costigliole d’Asti e visita con degustazione alla pasticceria tipica Pasticceria Bisco (Costigliole d’Asti)
Visita di una delle storiche “Cattedrali Sotterranee” patrimonio UNESCO, Cantine Contratto (Canelli)
Pranzo nel ristorante stellato Michelin: Ristorante San Marco (Canelli)
Tour panoramico delle colline della Langa Astigiana, impreziosite dai suoi bellissimi borghi, castelli e tesori Romanici. Visita del caseificio Amaltea (Roccaverano), specializzato nella produzione di Robiola di Roccaverano DOP
Site inspection alla struttura ricettiva Villa Fontana (Agliano) e possibilità di gustare la tradizionale “Merenda Sinoira”

Martedì 30 aprile
Il tour è proseguito nel Biellese con la visita al Santuario e Sacro Monte di Oropa, Patrimonio dell’Umanità Unesco, a Sordevolo per la visita del Museo della Passione in vista della prossima edizione della rappresentazione che avrà luogo da giugno a settembre 2020.

Mercoledì 1 maggio
Visita della città di Biella: il centro storico, il borgo medievale del Piazzo e Casa Menabrea, il museo d’impresa dello storico birrificio biellese.

 

 

 

 

2 Commenti Aggiungi un tuo commento.

  1. filippo 2 maggio 2019 at 17:30 -

    Grazie del commento. Lo sa chi ha organizzato o le stesse agenzie turistiche. :)

  2. Ezio Terzano 2 maggio 2019 at 17:19 -

    Chi di Canelli che sapeva della visita? Sono state coinvolte le Agenzie turistiche della città?

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.