#lecosecherestano. I giorni del fango… Rocchetta Tanaro, Castello d’Annone

inserito il 3 novembre 2014

alluvione_rocchettaUBE155

L’ondata di piena del Tanaro è arrivata nelle prime ore di domenica 6 novembre 1994. In un quarto d’ora il livello dell’acqua per le strade è passato da una decina di centimetri a tre metri; un’arcata del ponte sul fiume è crollata e le strade verso Masio, Castello d’Annone e Mombercelli sono state invase dall’acqua.

Rocchetta è rimasta isolata dal resto del mondo fino a lunedì pomeriggio, senza luce, telefono e riscaldamento.

Ovunque è fango e distruzione: per le strade, nelle case, nei negozi, nelle aziende. E’ questo lo scenario che si presenta a Rocchetta, Castello d’Annone, Cerro Tanaro, a 48 ore dall’alluvione nelle fotografie di Vittorio Ubertone.

 


#lecosecherestano. I giorni del fango…

su Facebook

Lascia un Commento


I commenti inviati non verranno pubblicati automaticamente sul sito, saranno moderati dalla redazione.
L’utente concorda inoltre di non inviare messaggi abusivi, diffamatori, minatori o qualunque altro materiale che possa violare le leggi in vigore.
L’utente concorda che la redazione ha il diritto di rimuovere, modificare o chiudere ogni argomento ogni volta che lo ritengano necessario.