Sapori del Piemonte Blog

Il Blog per gli appassionati dell\'\'enogastronomia piemontese, ma anche dei paesaggi, dell\'arte e della storia del Piemonte – una realizzazione di Filippo Larganà e Vittorio Ubertone

Novità. L’Acqui docg “rosé” (e non dolce) debutta in società. Consorzio del Brachetto: «Il nuovo che arriva dalla nostra tradizione»

slid_home_au15_4

Il mondo del vino piemontese è in fermento. Dopo la novità Asti Secco ecco arrivare sul mercato anche l’Acqui Rosè, la versione non dolce a base di uve brachetto che promette di rinnovare il segmento delle bollicine secche rosate, un comparto in crescita che alletta sempre di più gli appassionati...

fate vobis

Commento. Alberto Angela tra le Meraviglie italiche cita Langhe-Roero e Monferrato, Barolo e Barbera, ma dimentica il Moscato e Canelli dove sono nati il primo spumante d’Italia e l’idea del sito Unesco

1280x720_1515576403959_meraviglie_langhe

I primi mugugni astigiani erano comparsi sui social e sui media locali già qualche giorno prima della messa in onda della seconda puntata di “Meraviglie – La Penisola dei tesori”, la trasmissione di Rai Uno condotta dal figlio di Piero Angela che presenta, ottima idea, non solo i 53 siti Unesco italiani, ma anche altre meravigliose e originali bellezze italiche. C’è da...






lo dico io



rumors



le vite del vino

LE VITE DEL VINO – Parlano gli uomini e le donne che hanno fatto grande nel mondo il vino piemontese. GIULIANO NOE’

noe

Giuliano Noè è uno dei più celebrati “dottori del vino” piemontesi. Enologo di origine albese e astigiano di adozione abita e lavora a Nizza Monferrato. Al suo nome sono legati molti grandi vini. Molti sono Barbere, e proprio alla Barbera d’Asti Noè ha dedicato anni della sua vita (oggi è ottantenne) tanto da meritarsi l’appellativo, a cui tiene molto, di “barberologo”.Ha incontrato...

vinitaly

fotografie

Manifestazioni. Torna la Fagiolata di San Defendente a Castiglione d’Asti. Il “rito” della condivisione vera

dsc_6785

Le immagini del nostro Vittorio Ubertone sono di quattro giorni fa, ma la tradizionale festa della Fagiolata di San Defedente, a cui si riferiscono si rifà a un evento del 1200. Siamo a Castiglione d’Asti, frazione di Asti. Ogni anno, il 2 gennaio, c’è la lenta cottura dei fagioli nei tipici paioli di rame posti su fuochi di legna. Un rito collettivo che affonda le radici nel tempo...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
.