Sapori del Piemonte Blog

Il Blog per gli appassionati dell\'\'enogastronomia piemontese, ma anche dei paesaggi, dell\'arte e della storia del Piemonte – una realizzazione di Filippo Larganà e Vittorio Ubertone



diam





vino...

Esclusiva. Parla Gianmario Cerutti, presidente dei produttori del Canelli docg: «Il nostro vino opportunità per tutti a difesa di un’identità territoriale e storica»

cerutti

Non vuole sentir parlare di divorzio, Gianmario Cerutti, enologo e produttore vitivinicolo, presidente dell’associazione dei produttori del Canelli docg, la nuova denominazione che da pochi giorni ha un proprio disciplinare, un proprio areale di produzione con rese e norme tagliate sul profilo di una selezione da uve moscato che promette di essere diventare uno dei gioielli enologici del Piemonte. «Diciamo...


rumors

Dalla Cina… Il console cinese a Milano in visita ai Paesaggi Vitivinicoli di Lange-Roero e Monferrato. Ad accoglierlo Comaschi e Cerrato

da-sinistra_comaschi_console-song-xuefeng_cerrato

Nonostante tutto (Usa-Francia-Germania) i rapporti tra Italia e Cina sono ottimi. Lo dimostrano le tante alleanze commerciali strette in queste ultime settimane dal Governo Giallo-Verde e anche micro-intese come quella tra il sito Unesco dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e alcune realtà cinesi dello stesso segno. Insomma, come è stato detto più volte, una nuova via della...



le vite del vino

LE VITE DEL VINO – Parlano gli uomini e le donne che hanno fatto grande nel mondo il vino piemontese. GIULIANO NOE’

noe

Giuliano Noè è uno dei più celebrati “dottori del vino” piemontesi. Enologo di origine albese e astigiano di adozione abita e lavora a Nizza Monferrato. Al suo nome sono legati molti grandi vini. Molti sono Barbere, e proprio alla Barbera d’Asti Noè ha dedicato anni della sua vita (oggi è ottantenne) tanto da meritarsi l’appellativo, a cui tiene molto, di “barberologo”.Ha incontrato...

fotografie

Il settembre astigiano. In attesa dei dati ufficiali convince la fiumana di gente per la due giorni delle Sagre. La Douja (vino) dichiara oltre 12 mila assaggi nel primo weekend, ma i conti si faranno dopo la chiusura il 16 settembre

180909sagreube191

Dopo il Palio, il cui risultato è andato così così per alcuni e benissimo per altri, Asti ci prova con le Sagre e la Douja d’Or a risollevare le sorti di città di Alfieri vocata al turismo. Diciamo subito che per la Douja, il concorso enologico che è in corso e si chiuderà il 16 settembre prossimo, i primi numeri sarebbero in positivo. Gli organizzatori della Camera di Commercio parlano...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
.